Uruguay

Dati essenziali

Capitale: Montevideo

Superficie: 176,215 km²

Popolazione: 3.2m

Moneta: Peso Uruguayano

Lingua: Spagnolo

Visti: Non richiesto per viaggiatori con passaporto della Comunitá Europea.

Cibo: In Uruguay, mangiate carne! Cosí come l'asado (un barbecue) in tutte le maniere, provate il 'puchero' (carne con vegetali, pancetta, fagioli e salsicce). Altre specialitá sono il barbecue di maiale, pollo alla griglia bagnato col vino, la 'cazuela' (stufato), servita di solito con 'mondongo' (trippa) o cibi a base di pesce (per esempio calamari, pescecane 'cazón', e molluschi 'mejillones'). Le salsicce sono molto buone e piccanti (chorizos, morcillas, salchichas). Anche la pasticceria è davvero molto buona, e gli albumi d'uova 'cristalizzati' conosciuti come 'yemas' sono dolci molto popolari.

Bevande: Il 'mate' è la bevanda favorita fra i pasti. I liquori locali sono la 'caña' e la grappa. Provate il 'clérico', un saporito mix di vino, succhi di frutta e frutta.

Per molti visitatori europei c'è qualcosa di curiosamente familare nel paesaggio dell'Uruguay. Largamente dedito all'agricoltura, la verde campagna è punteggiata di pecore e mucche. Fin dal lontano 1868, quando gli Inglesi costruirono una ferrovia che collegava la capitale, Montevideo, con il distretto rurale, il bestiame di razza Hereford e Shorthorn fu allevato in Uruguay.

E' un paese di dolci colline e verdeggianti pascoli, meglio se esplorati in sella ad un cavallo, come un vero gaucho, o soggiornando in una delle innumerevoli 'estancias' coloniali che hanno aperto le loro porte ai visitatori. Rilassatevi e adottate lo stile di vita campestre, o partecipate al quotidiano lavoro dell'estancia: potete lavorare poco o tanto, a vostro piacimento.

Avrete un "assaggio" del sapore coloniale appena messo piede nel Paese. Colonia del Sacramento, raggiungibile con una piccola corsa in traghetto da Buenos Aires, fu fondata da Portoghesi che vi si stabilirono nel 1680. Contiene i piú bei resti dell'architettura coloniale in questa parte del continente: una gemma storica ben conservata su una piccola penisola che si sporge nel Rio de la Plata.

Nella capitale, Montevideo, c'è piú miscela culturale. Palazzi in un'orgia di stili architettonici (Spagnoli, Francesi, Italiani, Inglesi e Art Deco) fiancheggiano le strade. Il 'Mercado del Puerto' (mercato del porto), che data il XIX° secolo, è un sogno per i carnivori - dozzine di ristoranti preparano in continuazione succulenti e deliziosi 'asados' (carni alla griglia), la principale dieta di moti Uruguayani.

Uscite dalle cittá, lasciandovi dietro i giganteschi barbecues, e dirigetevi lungo la spettacolare costa che si estende a Est di Montevideo, una catena di piccole baie, spiagge e promontori posti fra colline e boschi. Fermatevi a Punta del Este, luogo di soggiorno molto frequentato e il favorito dell'elite internazionale. Ancora piú a Est la popolazione diminuisce e troverete quiete lagune dove potrete fare kayak accompagnati dai cinguettii dei vari uccelli.

Per una classica avventura su strada, scegliete la Strada 7 verso Melo, il cuore del Paese per l'allevamento del bestiame. Per il maggior tratto della sua lunghezza la strada percorre la 'Cuchilla Grande' - una serie di delicate curve collinari che attraversano profumati vigneti e frutteti fino al confine brasiliano.


Tutti i testi sono di proprietá di LATA (Latin American Travel Associatino). LATA è un'organizzazione commerciale e siamo lieti di accogliere nuovi membri, sia provenienti da compagnie o individualmente, purché condividano le nostre scelte ed i nostri obiettivi. Nel confermare che abbiamo posto la migliore cura nella selezione dei nostri membri, raccomandiamo ai potenziali clienti di effettuare le loro ricerche prima di entrare in contratto/accordo con loro.

Come arrivare